Passa ai contenuti principali

Serie A, la top XI (con un minimo di criterio tattico) del girone d’andata

Serie A al giro di boa al termine di 19 giornate sufficienti per stilare una top 11 di metà stagione dei giocatori di maggior rendimento, tra campioni dai nomi altisonanti e protagonisti meno attesi (come Silvestri, saracinesca del Verona che soffia i guantoni da titolare a Scsczesny). Le scelte più difficili come sempre sono quelle in attacco dove si guadagnano una maglia di diritto Cristiano Ronaldo, in virtù del provvisorio trono di capocannoniere con 15 gol, e Zlatan Ibrahimovic, più reti che presenze in campionato. Un posto davanti se lo guadagna con merito l'outsider Hirving Lozano, sia per il rendimento strepitoso e inatteso fatto di 9 gol (senza rigori) e 3 assist, sia per dare un briciolo di equilibrio tattico alla formazione e renderla più verosimile contrariamente a quanto si fa di solito con questo tipo di speciali graduatorie. Menzione doverosa per i bomber che loro malgrado rimangono fuori solo perché spazio per tutti non ce ne è: Ciro Immobile, straordinario per continuità con 13 centri spalmati in 13 delle 17 occasioni che è stato a disposizione di Inzaghi, Luis Muriel, media gol spaventosa di un gol ogni 50', e Romelu Lukaku.

(4-2-3-1) : Silvestri(Verona); T.Hernandez(Milan), Kjaer(Milan), De Vrij(Inter), Hakimi(Inter); Kessie(Milan), Barella(Inter); Lozano(Napoli), Mkhitaryan(Roma), C.Ronaldo(Juventus); Ibrahimovic(Milan)

Di seguito invece la top XI secondo i dati Opta:




Commenti

Post popolari in questo blog

E' MORTO DIEGO ARMANDO MARADONA : Napoli e il mondo piangono el pibe de oro

A 60 anni è morto Diego Armando Maradona. L'ex leggendario calciatore del Napoli, del Barcellona e della Nazionale argentina, è deceduto secondo quanto riportano il Clarin e la CNN."Il quotidiano di Buenos Aires racconta che Maradona “ha subito un arresto cardiorespiratorio nella casa di Tigre dove si era stabilito dopo l’operazione alla testa”.Diego è stato il più grande di sempre, la Fifa lo ha eletto miglior calciatore del XX secolo al pari del brasiliano Pelé.″È triste perdere amici in questo modo” ha commentato Pelé, che da sempre si contende con Maradona la palma del calciatore più forte di tutti i tempi.“Sicuramente un giorno giocheremo insieme lassù in cielo”.Una lunghissima carriera da professionista, ha militato nell’Argentinos Juniors, nel Boca Juniors, nel Barcellona, nel Napoli, nel Siviglia e nel Newell’s Old Boys.Ha segnato il gol del secolo ai mondiali del 1986 in Messico – che vinse con l’Argentina – contro l’Inghilterra. Nella stessa partita segnò un gol di m

Serie A, il calendario della stagione 2020/2021

1° giornata - 20 settembre, 31 gennaio Benevento-Inter Fiorentina-Torino Genoa-Crotone Juventus-Sampdoria Lazio-Atalanta Milan-Bologna Parma-Napoli Sassuolo-Cagliari Udinese-Spezia Verona-Roma 2° giornata - 27 settembre, 7 febbraio Bologna-Parma Cagliari-Lazio Crotone-Milan Inter-Fiorentina Napoli-Genoa Roma-Juventus Sampdoria-Benevento Spezia-Sassuolo Torino-Atalanta Verona-Udinese 3° giornata, 4 ottobre-14 febbraio Atalanta-Cagliari Benevento-Bologna Fiorentina-Sampdoria Genoa-Torino Juventus-Napoli Lazio-Inter Milan-Spezia Parma-Hellas Verona Sassuolo-Crotone Udinese-Roma 4° giornata - 18 ottobre, 21 febbraio Bologna-Sassuolo Crotone-Juventus Inter-Milan Napoli-Atalanta Roma-Benevento Sampdoria-Lazio Spezia-Fiorentina Torino-Cagliari Udinese-Parma Verona-Genoa 5° giornata - 25 ottobre, 28 febbraio Atalanta-Sampdoria Benevento-Napoli Cagliari-Crotone Fiorentina-Udinese Genoa-Inter Juventus-Verona Lazio-Bologna Milan-Roma Parma-Spezia Sassuolo-Torino 6° giornata - 1 novembre, 3 m

Finalmente Juventus-Napoli: le quote della Supercoppa Italiana

Da Aurelio De Laurentiis era arrivata la proposta provocatoria di rinviare a tempi migliori la disputa della Supercoppa, cogliendo la palla al balzo delle positività riscontrate a Torino, ma alla fine Juventus-Napoli andrà in scena al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Con buona pace delle Asl, il primo confronto stagionale tra gli ex campioni d'Italia e d'Europa col Milan e del mondo con l'Italia, Andrea Pirlo e Gennaro Gattuso, stavolta avrà luogo. Le due squadre ci arrivano con stati d'animo decisamente contrapposti: i bianconeri sono reduci da un cocente ko nel derby d'Italia mentre gli azzurri hanno fatto il pieno di autostima dopo le sei reti rifilate alla Fiorentina. Tre i precedenti tra le formazioni per aggiudicarsi il trofeo, con due successi partenopei (1990 e 2014) e uno juventino (2012). I betting analysts comunque non si fidano né della tradizione sfavorevole né del momento molto delicato che sta attraversando la Vecchia Signora; la Juventus resta favori