Passa ai contenuti principali

Angolo Bookmakers

AB/  Gli occhi della Serie A sul derby Scudetto: le quote di Milan-Inter

La Milano del calcio torna prepotentemente protagonista con un derby che vale una fetta di Scudetto, dopo anni di sfide utili più a nobilitare il bilancio di annate sottotono. È il terzo incrocio stagionale tra Milan e Inter, finora spartitesi equamente le vittorie nei due precedenti: la punizione di Christian Eriksen a tempo scaduto ha sancito il 2-1 definitivo che ha permesso ai nerazzurri di staccare il pass per le semifinali di Coppa Italia, mentre una doppietta di Ibrahimovic ha deciso con lo stesso risultato la stracittadina valida per la quarta giornata di campionato, per quella che rimane l'unica gioia rossonera negli ultimi tre anni contro i cugini.
Le quote sono a favore della squadra di Conte, fresca di sorpasso in classifica ai danni di Pioli: il 2 della capolista viene dato a 2,00 sia da Snai che da Sisal Matchpoint, la X a 3,60 , l'1 dei padroni di casa oscilla tra 3,60 e 3,70. Le grandi partite vengono decise dai grandi giocatori.. e le attenzioni saranno tutte concentrate sui due bomber, Lukaku e Ibrahimovic, di nuovo faccia a faccia dopo gli animi tesi dell'ultimo rendez-vous. Il gol del belga (4 reti negli ultimi 4 derby) volte la posta, l'ennesimo timbro dell'ex da parte dello svedese (5 reti negli ultimi 3 derby) 2.75 per Sisal Matchpoint, 2.50 per Snai. Occhio anche alla sfida tra specialisti dei calci piazzati, perché un gol su punizione di Calhanoglu è in lavagna a 18, mentre il bis del danese Eriksen a 15.

AB/  Semifinali, atto secondo: le quote della Coppa Italia

Per una sera ad Antonio Conte probabilmente non dispiacerebbe emulare Andrea Stramaccioni, l'ultimo (ed unico) allenatore dell'Inter capace di sbancare l'Allianz Stadium, con un 1-3 datato 2013. Magari non gli dispiacerebbe neanche vestire, sempre per una sera, i panni di Roberto Mancini, che sfiorò nel 2016 un'epica impresa in Coppa Italia con un 3-0 ai danni dei bianconeri, vincitori all'andata col medesimo risultato. Furono fatali i rigori, ma i marcatori di allora, Brozovic e Perisic vestono ancora il nerazzurro.
Servirà in ogni caso una grande prestazione per ribaltare l'1-2 di San Siro e le quote del passaggio del turno offerte da Snai riflettono la situazione di svantaggio: 4,25 per l'Inter contro l'1,20 juventino. Per quanto riguarda la partita di stasera c'è però molto più equilibrio, con gli uomini di Pirlo dati in lavagna a 2,60 contro il 2,65 degli avversari meneghini, e la X che qualificherebbe Ronaldo e compagni alla finale che paga 3,60 volte la posta. I più coraggiosi potrebbero fare un pensierino come risultato esatto all'1-2 della squadra ospite (quota 10) che trascinerebbe la contesa oltre i tempi regolamentari, proprio come il precedente del 2016.
Ripartono dallo 0-0 dello Stadio Maradona invece Atalanta e Napoli, con la Dea in pole position sia per il passaggio del turno (1,75) sia per la vittoria nella semifinale di ritorno (1,85). La seconda finale consecutiva della squadra di Gattuso è proposta a 2,00. Due le strade a disposizione degli azzurri per raggiungere l'obiettivo: il successo al Gewiss Stadium a quota 3,85 oppure un pareggio, quota 3,90, a patto che non sia a reti bianche. Un altro 0-0 è comunque considerato ipotesi residuale dato che l'esito Goal è a 1.48.

AB/  Luci a San Siro per il derby d’Italia: le quote di Inter-Juventus

Conte che ritrova la Juventus, Pirlo che a sua volta ritrova Conte, l'uomo che per sua ammissione lo ha invogliato a intraprendere il percorso da allenatore, in parole povere il suo...maestro. Sarà un Inter-Juventus ricco di temi, come se non bastassero le motivazioni di classifica e la tradizionale attesa che porta con sè il derby d'Italia, uno degli appuntamenti cerchiati in rosso nel calendario di Serie A.
I nerazzurri devono riscattare la sconfitta di Genova e il 2-2 dell'Olimpico contro la Roma che hanno interrotto una serie di 8 vittorie consecutive, mentre i bianconeri hanno iniziato il nuovo anno con tre successi consecutivi; entrambe però sono reduci dal passaggio del turno in Coppa Italia, passando dalla dispendiosa gogna dei supplementari rispettivamente contro Fiorentina e Genoa. Conte non è ancora riuscito a sfatare il tabù del suo passato juventino, dopo aver rimediato due ko lo scorso anno quando c'era ancora Maurizio Sarri sulla panchina avversaria. Le quote però vedono favorita l'Inter (2.40 per Eurobet, 2.50 per Sisal Matchpoint) rispetto ad una seconda affermazione della Juve a San Siro nel giro di poche settimane dopo l'1-3 ai danni della capolista Milan (in lavagna a 2.90 per Eurobet, 2.75 per Sisal Matchpoint): interessante l'ipotesi di un X, che gravita intorno a 3.50 volte la posta.
Sfida ovviamente anche tra bomber al Meazza, dove Ronaldo difende il trono dei marcatori nel campionato in corso con le sue 15 reti dall'
assalto di Lukaku. Per i bookmakers più probabile che vinca il duello realizzativo CR7 (3.00) rispetto all'attaccante belga (3.50), mai a segno in carriera contro i rivali odierni. Lo stesso numero di gol si gioca a 2.00.

AB/ Finalmente Juventus-Napoli: le quote della Supercoppa Italiana

Da Aurelio De Laurentiis era arrivata la proposta provocatoria di rinviare a tempi migliori la disputa della Supercoppa, cogliendo la palla al balzo delle positività riscontrate a Torino, ma alla fine Juventus-Napoli andrà in scena al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Con buona pace delle Asl, il primo confronto stagionale tra gli ex campioni d'Italia e d'Europa col Milan e del mondo con l'Italia, Andrea Pirlo e Gennaro Gattuso, stavolta avrà luogo.
Le due squadre ci arrivano con stati d'animo decisamente contrapposti: i bianconeri sono reduci da un cocente ko nel derby d'Italia mentre gli azzurri hanno fatto il pieno di autostima dopo le sei reti rifilate alla Fiorentina. Tre i precedenti tra le formazioni per aggiudicarsi il trofeo, con due successi partenopei (1990 e 2014) e uno juventino (2012).
betting analysts comunque non si fidano né della tradizione sfavorevole né del momento molto delicato che sta attraversando la Vecchia Signora; la Juventus resta favorita secondo Sisal Matchpoint (2.40) e Snai (2.45) contro le quote del Napoli a 2.90 e 2.85, mentre la X oscilla tra 3.40 e 3.50. Da tenere presente l'opzione dei rigori che si gioca a 6.50 e che decretarono l'assegnazione anche dell'ultima Coppa Italia tra le medesime squadre. Chi deciderà la sfida? Cristiano Ronaldo è affamato di rivincita dopo le critiche ricevute contro l'Inter e i campioni non sbagliano due volte di fila..la pensano così anche Snai e Sisal Matchpoint che pagano il gol di CR7 2.00 e 2.25 volte la posta, in seconda battuta arriva Morata a 2.75. Fiducia dall'altra parte in Lozano (3.25) e Capitan Insigne (3.25-3.50), a cui manca una sola rete per raggiungere quota 100 con gli azzurri.

AB/ Coppa Italia, le quote dei quarti di finale: si parte col derby di Milano

Piatto forte del menù nonché match di apertura stasera dei quarti di finale in gara secca di Coppa Italia: sarà Inter-Milan, seconda contro prima nella classifica di Serie A, a regalare il primo pass per le semifinali. L'Inter è già fuori dalle competizioni europee e con una sconfitta stasera rischia un pericoloso all-in sullo Scudetto per non considerare negativo il bilancio di questa stagione; il Milan ha vinto 2-1 il derby alla quarta giornata ma è reduce da un netto ko tanto nel risultato quanto nei contenuti contro l'Atalanta. Queste sono le motivazioni alla base del pronostico a favore dell'Inter sia per Snai (1 a 2.05) che per Sisal Matchpoint (1 a 2.10), contro una nuova affermazione rossonera data in lavagna a 3.35 da Snai e a 3.30 da Sisal Matchpoint. La X che porterebbe la contesa ai supplementari paga 3.60 volte la posta. Numerosi i precedenti della stracittadina meneghina nel torneo: Diavolo in vantaggio con 10 successi rispetto ai 7 dei cugini e 7 pareggi a completare il quadro. Lukaku e Ibra ovviamente i marcatori più probabili, a segno nel derby già citato dello scorso 17 Ottobre, quotati rispettivamente a 2.25 e 2.50.
Non solo Inter-Milan, il programma offre un interessante Atalanta-Lazio, remake della finale del 2019 vinta dalla squadra di Inzaghi. Le sfide tra bergamaschi e biancocelesti sono spesso molto spettacolari, per questo il Goal (1.47) e l'Over (1.50) sono sempre opzioni intriganti. Per Snai nerazzurri orobici favoriti a 1.90, 2 della Lazio a 3.65, X dopo 90 minuti a quota 4.00.
Esito sulla carta scritto invece per gli altri due quarti, Juventus-Spal e Napoli-Spezia. I campioni d'Italia (1 a 1.19) non dovrebbero avere problemi contro gli estensi (2 addirittura a 15) che militano in Serie B, nonostante la squadra di Marino si sia regalata lo scalpo del Sassuolo di De Zerbi nel turno precedente. Poca fiducia, forse troppo poca, anche nell'impresa dello Spezia che non è accreditata di un bis dopo il sacco di Roma negli ottavi. La vittoria dei liguri si gioca a 8.75 e la X a 5.50, i bookmakers puntano sul riscatto del Napoli che vive un momento di difficoltà a 1.30. Anche se lo scorso 6 Gennaio gli uomini di Italiano sbancarono 2-1 lo stadio Diego Armando Maradona.

AB/ La Coppa Italia entra nel vivo : le quote degli ottavi di finale

La Coppa Italia entra nella fase calda della competizione con gli ottavi di finale (da disputare in gara secca), che verranno inaugurati stasera a San Siro dalla capolista Milan che ospita il Torino, replay della partita di Serie A andata in scena solo tre giorni fa e finita 2-0 per i rossoneri. Secondo i betting analyst di Stanleybet il bis della squadra di Stefano Pioli è probabile dato che il successo del Diavolo è dato a 1,58 contro il 5,40 della vittoria granata; un X che porterebbe le due formazioni ai supplementari paga invece 4,20 volte la posta. 
Il menù di Mercoledì si apre invece alle ore 15 con i cugini interisti impegnati in un'ostica trasferta al Franchi, dove i nerazzurri hanno una tradizione recente sfavorevole. La Fiorentina ha già superato due turni eliminando con difficoltà Padova e poi Udinese (ai supplementari) ma le quote la vedono sfavorita. L'affermazione della squadra di Prandelli è data a 4,30 , il pareggio ad uno stuzzicante 4,10: fiducia quindi agli uomini di Conte, già fuori dall'Europa, in virtù dell'1,71 in lavagna. Più semplice il compito del Napoli, alle prese con parecchi infortuni, ma unica tra le big ad avere contro un avversario di Serie B, L'Empoli. Al San Paolo la vittoria dei partenopei non è considerata in discussione dai bookmakers (l'1 è offerto ad un banale 1,20 , contro la X a 6,20 e il 2 dei toscani addirittura a 101). Non si prevedono enormi difficoltà neanche per la Juventus, anch'essa incerottata, che accoglie il Genoa all'Allianz Stadium con un piede già ai quarti di finale secondo le quote, visto l'1,28 a cui è proposto il successo juventino. Le speranze del Grifone di giocare un brutto scherzo alla Vecchia Signora (X a 6,20 , il 2 paga 10 volte la posta) passano principalmente da Gianluca Scamacca, che ha dimostrato un grande feeling con la competizione con la maglia rossoblu e l'anno scorso con quella dell'Ascoli ed è un obiettivo di mercato proprio dei bianconeri. 
Chiudono il programma settimanale Atalanta-Cagliari e Sassuolo-Spal, due partite che non dovrebbero riservare sorprese. Un modesto 1,22 è la quota per il trionfo della Dea in virtù delle difficoltà in campionato degli isolani di Eusebio Di Francesco, così come ci aspetta dai neroverdi di De Zerbi che facciano valere la differenza di categoria pur magari senza dominare (1 a 1,47). Le imprese in trasferta sono date rispettivamente a 
11 e 6,00. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Dzeko e Fonseca firmano l’armistizio: la prima vittoria di Tiago Pinto a Roma

Il legame di Edin Dzeko con la Roma ha sempre vissuto sull'altalena delle emozioni tra gol facili sbagliati, reti da antologia, valigie in mano ad ogni sessione di mercato poi puntualmente disfatte ed una fascia da Capitano che è tornata sul braccio di un giocatore straniero come lui dopo più di 20 anni. Mai però il bosniaco aveva avuto problemi con un allenatore prima delle cronache recenti, nonostante una personalità difficile da gestire e quel linguaggio del corpo sempre un po' indolente nelle giornate meno prolifiche. Il duro faccia a faccia post Spezia con Fonseca sembrava il preludio ad una fine ingloriosa della sua avventura nella Capitale, ma a Trigoria la burrasca sembra finalmente aver lasciato il posto a qualche incoraggiante raggio di sole. Dzeko è tornato ad allenarsi da due giorni in gruppo e il suo nome farà di nuovo capolino tra i convocati, pur rimanendo Pellegrini capitano per una questione disciplinare. Una pace di comodo che è merito sicuramente dell'int

Classifiche squadre e marcatori Serie A - 2019/2020 / 33esima giornata

              Classifica Serie A   2019/2020  ( clicca sulla cl a ssifica per ingrandire) Marcatori Serie A - 2019/2020 ( clicca sulla cl a ssifica per ingrandire) leggi tutto

Roma, la flessione di Pedro preoccupa: il mood “vacanze romane” deve finire dopo la sosta

Se la Roma non riesce a spiccare il volo nei big match, venendo puntualmente ridimensionata, uno dei motivi risiede probabilmente nell'inesperienza ad alti livelli di alcuni titolari dell'undici tipo: giocatori come Ibanez, Villar e Karsdorp hanno mostrato ottime qualità nel corso della stagione, ma non hanno familiarità nel competere per traguardi come la qualificazione alla Champions League, proveniendo chi da mesi in panchina all'Atalanta, chi dalla seconda serie spagnola. Contro il Napoli mancavano, oltre a Veretout, Mkhitaryan e Smalling, due tra i più navigati nella rosa di Fonseca, anche se in campo c'erano comunque Dzeko e Pedro. Lo spagnolo in particolare era stato acquistato in estate a parametro zero dal Chelsea per rappresentare un valore aggiunto in termini di leadership e mentalità vincente, in virtù della sua sconfinata bacheca. Se da questo punto di vista non sembra aver particolarmente inciso sulla maturità del gruppo giallorosso, peraltro con più di un