Passa ai contenuti principali

Gli occhi della Serie A sul derby Scudetto: le quote di Milan-Inter

La Milano del calcio torna prepotentemente protagonista con un derby che vale una fetta di Scudetto, dopo anni di sfide utili più a nobilitare il bilancio di annate sottotono. È il terzo incrocio stagionale tra Milan e Inter, finora spartitesi equamente le vittorie nei due precedenti: la punizione di Christian Eriksen a tempo scaduto ha sancito il 2-1 definitivo che ha permesso ai nerazzurri di staccare il pass per le semifinali di Coppa Italia, mentre una doppietta di Ibrahimovic ha deciso con lo stesso risultato la stracittadina valida per la quarta giornata di campionato, per quella che rimane l'unica gioia rossonera negli ultimi tre anni contro i cugini.
Le quote sono a favore della squadra di Conte, fresca di sorpasso in classifica ai danni di Pioli: il 2 della capolista viene dato a 2,00 sia da Snai che da Sisal Matchpoint, la X a 3,60 , l'1 dei padroni di casa oscilla tra 3,60 e 3,70. Le grandi partite vengono decise dai grandi giocatori.. e le attenzioni saranno tutte concentrate sui due bomber, Lukaku e Ibrahimovic, di nuovo faccia a faccia dopo gli animi tesi dell'ultimo rendez-vous. Il gol del belga (4 reti negli ultimi 4 derby) paga volte la posta, l'ennesimo timbro dell'ex da parte dello svedese invece (5 reti negli ultimi 3 derby) 2.75 per Sisal Matchpoint, 2.50 per Snai. Occhio anche alla sfida tra specialisti dei calci piazzati, perché un gol su punizione di Calhanoglu è in lavagna a 18, mentre il bis del danese Eriksen a 15.

Foto: (sport.sky. it)

Commenti

Post popolari in questo blog

E' MORTO DIEGO ARMANDO MARADONA : Napoli e il mondo piangono el pibe de oro

A 60 anni è morto Diego Armando Maradona. L'ex leggendario calciatore del Napoli, del Barcellona e della Nazionale argentina, è deceduto secondo quanto riportano il Clarin e la CNN."Il quotidiano di Buenos Aires racconta che Maradona “ha subito un arresto cardiorespiratorio nella casa di Tigre dove si era stabilito dopo l’operazione alla testa”.Diego è stato il più grande di sempre, la Fifa lo ha eletto miglior calciatore del XX secolo al pari del brasiliano Pelé.″È triste perdere amici in questo modo” ha commentato Pelé, che da sempre si contende con Maradona la palma del calciatore più forte di tutti i tempi.“Sicuramente un giorno giocheremo insieme lassù in cielo”.Una lunghissima carriera da professionista, ha militato nell’Argentinos Juniors, nel Boca Juniors, nel Barcellona, nel Napoli, nel Siviglia e nel Newell’s Old Boys.Ha segnato il gol del secolo ai mondiali del 1986 in Messico – che vinse con l’Argentina – contro l’Inghilterra. Nella stessa partita segnò un gol di m

Serie A, il calendario della stagione 2020/2021

1° giornata - 20 settembre, 31 gennaio Benevento-Inter Fiorentina-Torino Genoa-Crotone Juventus-Sampdoria Lazio-Atalanta Milan-Bologna Parma-Napoli Sassuolo-Cagliari Udinese-Spezia Verona-Roma 2° giornata - 27 settembre, 7 febbraio Bologna-Parma Cagliari-Lazio Crotone-Milan Inter-Fiorentina Napoli-Genoa Roma-Juventus Sampdoria-Benevento Spezia-Sassuolo Torino-Atalanta Verona-Udinese 3° giornata, 4 ottobre-14 febbraio Atalanta-Cagliari Benevento-Bologna Fiorentina-Sampdoria Genoa-Torino Juventus-Napoli Lazio-Inter Milan-Spezia Parma-Hellas Verona Sassuolo-Crotone Udinese-Roma 4° giornata - 18 ottobre, 21 febbraio Bologna-Sassuolo Crotone-Juventus Inter-Milan Napoli-Atalanta Roma-Benevento Sampdoria-Lazio Spezia-Fiorentina Torino-Cagliari Udinese-Parma Verona-Genoa 5° giornata - 25 ottobre, 28 febbraio Atalanta-Sampdoria Benevento-Napoli Cagliari-Crotone Fiorentina-Udinese Genoa-Inter Juventus-Verona Lazio-Bologna Milan-Roma Parma-Spezia Sassuolo-Torino 6° giornata - 1 novembre, 3 m

Cristiano Ronaldo e la Juventus: “fino alla fine” o “vincere è l’unica cosa che conta”?

Negli ultimi giorni il processo mediatico che si è scatenato intorno alla Juventus dopo l'eliminazione dalla Champions League per mano del Porto, ha trovato, con ragioni anche fondate, il suo bersaglio preferito in Cristiano Ronaldo; il campionissimo preso per spostare gli equilibri in campo internazionale, l'uomo che doveva facilitare l'accesso all'ultimo gradino per salire sul tetto d'Europa, se non fosse che le tegole di quest'ultimo sono cadute in testa ai bianconeri facendogli fare un passo indietro in Europa in ognuno degli ultimi tre anni. In seguito alla scena muta del portoghese nel doppio confronto con i Dragoes , si sono sprecate fior fiori di analisi sui freddi numeri vicino alla porta, comunque sempre spaziali, e su quelli ancora più freddi dei conti economici, alla luce dell'investimento da 115 milioni tra cartellino e oneri accessori fatto nell'estate del 2018, a cui va sommato l'esborso di 31 milioni netti all'anno di ingaggio (se